Begging the question

25May09

An e-flyer arrived in my inbox last Thursday from the Italian Tourism Summit organisers. It read:

La tripla crisi del turismo italiano: come uscirne, soluzioni e formule

4 June 2009 – Ascoli Piceno

Consulta il programma e… …Partecipa!

Did this tell me what the triple crisis afflicting Italian tourism is? No, it did not. So I clicked through to the Tourism Summit home page, where I read:

La tripla crisi del turismo italiano: come uscirne, soluzioni e formule.

AIPMT, Associazione Italiana Professionisti Manager del Turismo, in partnership con tsm-Trentino School of Management , con il contributo della Fondazione Cassa di Risparmio di Ascoli Piceno organizza la terza edizione del Summit del Turismo nelle Regioni. Attraverso la presentazione di casi ed esperienze, il Summit sarà l’occasione per stimolare il confronto tra i manager pubblici e privati che stanno realizzando le migliori pratiche turistiche a livello internazionale, con particolare riferimento al marketing della destinazione e alle nuove strategie dell’offerta turistica. Il Summit del Turismo nelle Regioni si rivolge ad assessori, dirigenti e funzionari di organizzazioni turistiche territoriali pubbliche e private che hanno la responsabilità dello sviluppo delle politiche turistiche.

L’ industria turistica è in crisi. Lo si legge nei giornali, lo si ascolta nelle conferenze, ma si parla solo di una sola crisi quella economica.
E’ vero, la crisi economica colpisce direttamente anche il turismo, e non solo ovviamente. Ma il turismo, e questo forse è il vero aspetto della crisi dell’industria turistica, è colpito da altre due crisi: una endogena dovuta a un modello turistico inadeguato già in atto da tempo e da un fattore esogeno dovuto al cambio nel comportamento del nuovo Turista consumatore-prosumer facilitato dalle nuove tecnologie…

1.-Nuovi Metodi di gestione delle Destinazioni per creare prodotti competitivi
E’ assodato che il cliente oggi è un re che ha a disposizione tutti gli strumenti per decidere in prima persona quale tipo di turismo e servizi vuole ricevere. Il nuovo turismo è un turismo di esperienze, molto diverso dal turismo creato, assemblato ed immesso sul mercato, che conosciamo tutti, dove il turista non ha altre opzioni che prendere o lasciare. Oggi le cose non stanno più così ed è evidente che ci stiamo muovendo verso un turismo di relazione ed esperienziale, dove il valore è dato soprattutto da aspetti intangibili piuttosto che tangibili. Si tratta di un turismo più complesso e difficile, dove non ci si può più permettere di improvvisare e dove le professionalità sono fondamentali

This was the home page, mind. Did it tell me clearly and concisely what the triple crisis afflicting Italian tourism is? No, it did not.

Only when I clicked on the programme button did I see, half-way down the page (but in bold, at least), that the three crises are:

Crisi economica generale

Crisi del prodotto

Crisi della promo-commercializzazione.

If this is the Italian tourism sector’s best effort at communication, we can only be surprised that it’s got just 3, not 300, crises to deal with.



No Responses Yet to “Begging the question”

  1. Leave a Comment

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s